Allarme maltrattamenti su animali

E' il maltrattamento, anche nel 2017, il reato più contestato in Italia contro gli animali, con il maggior numero di indagati e con inquietanti casi di zoocriminalità minorile; le corse clandestine di cavalli e il traffico di cuccioli sono invece tra le prime emergenze zoomafiose.

Allarme maltrattamenti su animali



E' quanto emerge dal Rapporto Zoomafia 2018 "Crimini e animali", redatto da Ciro Troiano, criminologo e responsabile dell'Osservatorio Zoomafia della Lav.

Nel 2017 sono stati aperti intorno ai 26 fascicoli al giorno, uno ogni 55 minuti per reati a danno di animali, e una persona è stata indagata ogni 90 minuti circa.

Nella geografia dei reati, la Procura di Brescia si conferma quella con più procedimenti per reati contro gli animali nel 2017 - 527 con 387 indagati - con oltre la metà per reati legati alla caccia.

I combattimenti tra animali sono il "vero allarme, un vero affare per la criminalità - rileva il Rapporto - con migliaia di animali vittime ogni anno". Molti i cani ritrovati con ferite da morsi o morti con cicatrici riconducibili alle lotte, sequestri di allevamenti di pit bull, pagine Internet o profili di Facebook che esaltano i cani da lotta..