Allarme virus: gli utenti Mac se la ridono

Il mondo dei PC-Windows si scopre vulnerabile ad un ransomware, cioè ad un particolare virus che cripta tutti i file presenti sul computer rendendoli inaccessibili all’utente, e per decriptarli è necessario pagare un riscatto.

Allarme virus: gli utenti Mac se la ridono



Il ransomware in questione, chiamato “WannaCry”, sfrutta una vecchia falla di Windows, che Microsoft aveva già chiuso, ma evidentemente pochi hanno effettuato gli aggiornamenti necessari visto il numero di PC infettati ai quattro angoli della Terra.

Chi è stato infettato si ritrova un computer inutilizzabile, e deve scegliere se pagare o meno il riscatto che da $300 è già passato a $600. Non è finita qui: al salatissimo conto bisogna anche sommare i giorni di lavoro persi per via del PC inutilizzabile.

In tutto ciò, gli utenti Mac non devono fare nulla per proteggersi. Il rasomware in questione è inefficace per la piattaforma Macintosh, in più “mamma Apple” aggiorna in remoto il file di sistema con le definizioni dei malware per macOS presente su tutti i Mac con installato Snow Leopard e successivi.

Mentre il mondo dei Pc trema, il mondo Mac è sempre più al sicuro.
.