Andare in bicicletta è salutare per se stessi e l'ambiente

I dati parlano chiaro: il passaggio ai combustibili puliti (o meglio a quelli più puliti rispetto a quelli di origine fossile) potrebbe allungare la vita di ogni cittadino di 3 settimane, far risparmiare 45.

Andare in bicicletta è salutare per se stessi e l'ambiente

000 vite all’anno, oltre a risolvere sostanzialmente i problemi collegati ai cambiamenti climatici. Ma non solo: secondo il rapporto C40 Cities, l’ente che monitora le pratiche con cui stiamo affrontando il cambiamento climatico, i vantaggi del commuting sono anche (tanti) altri.

Non è un caso che alcune città incominciano a prendere seriamente questa sfida. Ad esempio il sindaco di Parigi Anne Hidalgo, che l’autunno scorso ha lanciato un programma che porterà al bando delle auto diesel entro il 2024 e di quelle a benzina entro il 2030: da questa data nella capitale francese circoleranno solo mezzi elettrici. A Oxford si punta alla circolazione a emissioni zero nel centro città dal 2020, per estendere poi il bando dei mezzi a carburanti fossili entro il 2035.

Se, infatti, ogni città decidesse di seguire l’esempio di Parigi, si calcola che si potrebbero prevenire più di 45.000 morti premature ogni anno. Ma nel report si parla anche dei vantaggi che avrebbero le persone sostituendo negli spostamenti urbani l’auto con la bicicletta o con una passeggiata.

Pedalare o camminare per 30 minuti al giorno, cinque giorni a settimana, significherebbe: 23% di rischi in meno di malattie cardiache, 23% di rischi in meno di ictus, 15% di rischi in meno di diabete di tipo 2, 14% di rischi in meno di depressione, 12% di rischi in meno di cancro al seno, 11% di rischi in meno di demenza, 8% di rischi in meno di cancro al colon.