Apple taglia gli ordini per gli HomePod

I nuovi prodotti Apple faticano a trovare spazio.

Apple taglia gli ordini per gli HomePod

Gli ordini per lo smart speaker con Siri integrata HomePod, secondo quanto riportato da Bloomberg, sarebbero stati infatti ridotti da Apple alla luce di un calo della domanda da parte degli utenti.

La strategia dell'azienda di arrivare dopo i concorrenti, ma con un prodotto generalmente più rifinito, questa volta sembra non aver dato i suoi frutti. Lo strapotere di Amazon in questo segmento commerciale pare essere troppo radicato, con il 73% del mercato appartenente al suo smart speaker Echo; Google prende poi il 14% grazie ai dispositivi Home, mentre la casa di Cupertino, infine, sarebbe riuscita a conquistare il 10% stando ai dati di Slice Intelligence.

L'interesse attorno a HomePod sembrerebbe ridimensionato e Apple avrebbe quindi deciso di rivedere al ribasso gli ordini, sebbene Bloomberg non dia una misura per capire l'entità del taglio: dopo le ottime prenotazioni, l'arrivo sul mercato, a febbraio, non è stato seguito da una domanda dei consumatori altrettanto solida.

Colpa anche di un dispositivo che, nonostante il ritardo rispetto ai suoi concorrenti, è più limitato: riproduce i brani da iTunes e Apple Music, ma, per esempio, non può essere usato per risposte rapide o per ordinare il cibo a casa come invece permettono Echo e Home..