Arrestato per peculato sindaco Pd

Gli agenti del nucleo tributario della Guardia di Finanza di Firenze hanno bussato alla porta del sindaco di Pescia, Giurlani, primo cittadino di questo comune in provincia di Pistoia, e lo hanno portato in caserma.

Arrestato per peculato sindaco Pd



Poi per Giurlani, iscritto al Pd, sono scattati gli arresti domiciliari. L’accusa è pesantissima: peculato. Pare che il sindaco si sia intascato 570 mila euro, trasferendoli dal deposito bancario dell’Unione comuni montani al suo conto personale.

I fatti sarebbero precedenti al 2016 periodo in cui Giurlani era anche presidente dell’Unione comuni montani.

Secondo l'accusa, il Sindaco avrebbe certificato spese fasulle per 233 mila euro per l’acquisto di cellulari, iPad, computer e rimborsi carburante super gonfiati. Altri 143 mila euro li avrebbe poi intascati attribuendosi incarichi di consulenze e altri 200 mila euro sarebbero frutto di un’auto-liquidazione portata a termine senza alcun motivo.

Venerdì il sindaco Giurlani dovrebbe essere interrogato..