Artrosi: diagnosi precoce grazie a un prelievo

Una diagnosi precoce è una delle armi più efficaci contro molte malattie.

Artrosi: diagnosi precoce grazie a un prelievo

Nemmeno l'artrosi sfugge a questa regola, ma come accorgersi del problema prima che a svelarlo siano i primi sintomi dei danni con cui hanno già a che fare le articolazioni?

I ricercatori dell'Università di Warwick, nel Regno Unito, propongono di farlo attraverso un semplice esame del sangue per poterla distinguere da un'altra malattia reumatica molto diffusa: l'artrite reumatoide.

Rabbani e colleghi hanno analizzato l'associazione fra i livelli ematici delle cosiddette proteine citrullinate e l'artrosi.

“E' noto da tempo che la reazione autoimmune tipica degli stadi precoci dell'artrite reumatoide produce anticorpi contro le proteine citrullinate – spiega la ricercatrice – ma la reazione autoimmune, e quindi gli anticorpi, sono assenti in fasi precoci dell'artrosi”.

Questo nuovo studio ha però dimostrato che i livelli di queste proteine aumentano in fasi precoci dell'artrosi e che combinando livelli di proteine citrullinate e di anticorpi anti-proteine citrullinate con un terzo biomarcatore – i livelli di una molecola proveniente dalle ossa, l'idrossiprolina – è possibile diagnosticare precocemente l'artrosi e distinguerla dall'artrite reumatoide.

E' un risultato degno di nota e inatteso – commenta Rabbani – Potrebbe aiutare a mettere a punto trattamenti precoci e appropriati contro l'artrite che diano le maggiori probabilità possibile che la terapia risulti efficace..