Belen testimone al processo contro Corona

Belen testimone al processo contro Corona






«Fabrizio era l'uomo delle buste. Ogni volta che salivo in macchina c'erano buste piene di soldi. Portava a casa dieci, quindici mila euro alla volta. Aveva una carta di credito, ma non la usava. Pagava in contanti e voleva solo quelli, ho visto che li contava. Se Fabrizio non aveva dieci mila euro nella tasca della giacca non era tranquillo, non usciva nemmeno di casa».

La showgirl siede al banco dei testimoni del processo nel quale l'ex paparazzo è accusato di intestazione fittizia dei beni, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e violazione delle norme patrimoniali relativa alle misure di prevenzione per i 2,6 milioni di euro sequestrati nel controsoffitto della sua socia Francesco Persi e in alcuni conti bancari in Austria.

La show girl racconta dei suoi rapporti con il fotografo tra il 2009 e il 2015. «Ho visto Fabrizio per la prima volta da Lele Mora, quando sono uscita dall'Isola dei famosi abbiamo cominciato a frequentarci, era il 2009. Dopo due mesi dopo siamo andati a vivere insieme. All'inizio il nostro era un amore folle, non lo facevo mai alzare prima di mezzogiorno, passato il primo periodo si svegliava anche alle sei del mattino e andava in ufficio. E il fatto che lavorasse fino a notte è stato motivo di lunghe discussioni tra noi, una delle tante». Della florida situazione economica di Corona era consapevole, spiega, ma ignorava i dettaglia. «So che guadagnava tanti soldi, tantissimi, però non so quanti. Erano affari suoi. Eravamo ben pagati tutti e due, insieme formavamo una coppia esplosiva», afferma Belen. In casa giravano buste gonfie di denaro, con cui l'ex paparazzo «pagava gli affitti delle case delle vacanze, cifre che giravano attoro ai 100 mila euro, 50 mila, 70 mila. Non ho mai visto il borsone pieno di soldi di cui parlano alcuni, ma le buste nella tasca della giacca si». E il fotografo le esibiva con disinvolutura, «mettendole sul tavolo del ristornate quando uscivamo a cena, cioè tutte le sere».

Corona era preoccupato, nel 2012 "aveva paurissima" di essere arrestato. «Aveva attacchi di panico. Una volta eravamo alle Maldive, in un'isola sperduta, pioveva a dirotto e lui aveva il cuore in gola. Una scena tremenda, abbiamo preso una barca o un elicottero, ora non ricordo, e siamo andati in ospedale». Non si tratta di un episodio isolato, rivela Belen, questi cedimenti psicologici "si sono ripetuti diverse volte, scoppiava a piangere durante la notte. Aveva molta paura per il suo futuro ma lo dimostrava mai, non portava i suoi problemi a casa però ogni tanto crollava». Soldi nascosti, assicura Belen, "non ne ho mai visti, l'ho sentito dire spesso da suoi collaboratori ma lui non mi metteva nelle condizioni di esserne al corrente. Quando ho saputo che avevano trovato 1,7 milioni in contanti nel controsoffitto non mi sono stupita.Fabrizio non mi ha mai detto se c'erano soldi nascosti, dove e quanti fossero. Ma io non sono tonta, presumo che se possedeva tutti quei contanti da qualche parte li nascondesse e non li gettasse dalla finestra".





Ti potrebbero interessare



Al Bano: nuovi problemi di salute e concerti cancellati
Al Bano: nuovi problemi di salute e concerti cancellati
Paola Perego torna in Rai e confessa:
Paola Perego torna in Rai e confessa: "Ho il panico"
Gassman lascia twitter:
Gassman lascia twitter: "Sono stato insultato pesantemente"
Errore del chirurgo, paziente resta incontinente
Errore del chirurgo, paziente resta incontinente
Daniel Day-Lewis dà il suo addio al cinema
Daniel Day-Lewis dà il suo addio al cinema
Morandi e Rovazzi: il loro Volare è disco di platino
Morandi e Rovazzi: il loro Volare è disco di platino
Scoperti altri 219 pianeti
Scoperti altri 219 pianeti
La metà dei tuoi amici non ti considera un amico
La metà dei tuoi amici non ti considera un amico
Tutte le altre notizie di Gossip & Curiosita'