Bimba trapiantata sconfigge l'epatite C

Per la prima volta al mondo una bambina affetta da epatite C è stata 'curata', dopo un trapianto di fegato, con i nuovi farmaci ad azione antivirale diretta per sconfiggere il virus.

Bimba trapiantata sconfigge l'epatite C

Il delicato intervento coniugato al protocollo farmaceutico è stato realizzato all'Ismett di Palermo dall’équipe guidata dal professore Jean de Ville de Goyet su una piccola paziente ucraina di appena due anni.

La bimba, sin dalla nascita, presentava due malattie in contemporanea, l’atresia e l’epatite C, che avevano compromesso il suo stato di salute.

L’associazione di queste due condizione in un bambino molto piccolo è molto rara e, fino ad oggi, rappresentava una controindicazione relativa al trapianto di fegato, unica terapia possibile per curare la sua insufficienza terminale epatica.
.