Bocciato l'emendamento per gli orfani di femminicidio

"E' una bastardata", così la chiama Mara Carfagna, la bocciatura dell'emendamento alla legge di bilancio che prevede lo stanziamento di 10 milioni di euro per gli orfani di femminicidio.

Bocciato l'emendamento per gli orfani di femminicidio



L'emendamento, presentato proprio dalla Carfagna, offre un aiuto soprattutto agli zii, nonni e parenti a cui il minore è stato affidato e che versano in condizioni economiche difficili.

La vicepresidente della Camera denuncia: "Movimento 5Stelle e Lega promettono soldi a pioggia col reddito di cittadinanza, ma non sono riusciti a far spuntare 10 milioni di euro per le famiglie che si prendono cura delle migliaia di bambine e bambini che hanno spesso assistito all'assassinio della madre da parte del padre. È una vergogna che tradisce tutti gli impegni pubblici presi dai partiti della maggioranza - continua la deputata di Forza Italia - con la bocciatura avvenuta stanotte si rompe un clima che su queste tematiche così delicate è sempre stato bipartisan, di ascolto e confronto concreto".

.