Come distinguere un neo da un melanoma

In Italia si registrano in media 14mila nuovi casi di melanoma ogni anno.

Come distinguere un neo da un melanoma

Ad essere colpiti sono soprattutto gli uomini, circa 7300 l’anno, mentre le donne con melanoma sono circa 6700 ogni anno.

Saper distinguere un neo da un melanoma è molto importante per rivolgersi il prima possibile ad un medico esperto, in grado di affrontare e risolvere il problema.

Per riconoscere il melanoma si può inoltre seguire la regola dell’Abcde: Asimmetria, Bordi frastagliati, Colore variegato, Dimensione superiore ai 6 millimetri, Evoluzione rapida nel tempo.

Per evitare che un neo si trasformi in un melanoma è opportuno seguire alcune regole base, soprattutto in estate. Bisogna innanzitutto controllare l’esposizione al sole, evitando le ore centrali della giornata. Gli esperti consigliano di esporsi al sole prima delle 11 del mattino e dopo le 17. Per prendere il sole è inoltre opportuno utilizzare creme solari protettive.

Bisogna inoltre bere molta acqua, mangiare frutta e verdura durante la giornata, idratare la pelle con una crema adeguata di sera. È sempre bene poi proteggersi con occhiali da sole e cappello. Nel caso di bambini o adulti con una pelle particolarmente sensibile è inoltre utile coprirsi con degli indumenti, per evitare l’esposizione diretta al sole..