Come superare le difficoltà dei bimbi mancini

Niente paura: essere mancini non significa essere diversi o avere un difetto, eliminiamo le vecchie superstizioni e diamo il via libera a qualche accorgimento utile per semplificare la vita dei bimbi mancini.

Come superare le difficoltà dei bimbi mancini



Fino al primo anno e mezzo di età, solitamente, i piccoli usano indifferentemente sia la mano destra che la mano sinistra. Dopo i 18 mesi la preferenza naturale del bimbo si manifesta: in questa fase della sua crescita si capisce se è mancino o destrorso.

Un consiglio che può sembrare scontato: assecondare la naturale predisposizione dei bambini perché essere mancini è una particolarità, non un difetto. Preferire matite e penne dure, evitando i modelli di forme strane o dai diametri extra, per facilitarne l’impugnatura e l’utilizzo corretti.

L’impugnatura dovrebbe essere effettuata almeno a un paio di centimetri più in alto rispetto a quella classica dei destrorsi per garantire una visuale completa del foglio durante la scrittura.

La postura deve essere con la schiena e il collo dritti, il polso piatto e i gomiti vicino al corpo. Sia del foglio sul tavolo o sul banco, che deve essere modulata e aggiustata in base alle proprie esigenze; le prime volte, quando si impara a scrivere, può essere utile fissare il quaderno al banco, per evitare scivoloni o sbavature.

Soprattutto quando sono piccoli, i bambini hanno bisogno del supporto di mamma e papà e meritano un’attenzione speciale e qualche cautela in più..