Con questi semi regoli gli zuccheri nel sangue

Quinoa, amaranto, chia, ma anche ceci e lenticchie ti evitano pericolosi (e ingrassanti) sbalzi glicemici.

Con questi semi regoli gli zuccheri nel sangue

Questi semi vanno ad arricchire la varietà di scelta sulle nostre tavole, con risvolti positivi per l’organismo.

«Rispetto ai soliti cereali, sono in grado di svolgere un’azione di controllo del livello degli zuccheri nel sangue, evitando repentini sbalzi glicemici dannosi per la salute e la linea», spiega la dietologa Diana Scatozza. Sono ricchi di proteine, proprio come le loro sorelle mediterranee, la farina di ceci e la farina di lenticchie, e ti consentono di fare il pieno di fibre e di minerali come fosforo, magnesio, calcio e ferro.

Contengono inoltre quantità considerevoli di lisina, amminoacido essenziale di cui sono carenti quasi tutti i cereali. Li trovi nei negozi di alimentazione naturale, ma si vanno sempre più diffondendo anche nella grande distribuzione. «Sono consigliabili anche a chi, senza essere celiaco, soffre comunque di sensibilità al glutine», sottolinea l’esperta.

Da una recente ricerca, inoltre, è emerso che le persone che hanno aggiunto la cannella nella loro dieta hanno fatto registrare una riduzione dei livelli di glucosio a digiuno di quasi 25 mg per decilitro. E allora, dopo la casseruola di quinoa, beviti un tazza di tisana di cannella, preparata con una stecca di cannella e acqua bollente..