Cordone: perché tagliarlo 2 minuti più tardi

Il taglio del cordone ombelicale di un neonato è sempre un momento di grande emozione.

Cordone: perché tagliarlo 2 minuti più tardi

Ora si scopre che aspettare un paio di minuti prima di procedere al taglio, sembra portare dei benefici al piccolo.

È quanto afferma una ricerca dell'Università di Uppsala, in Svezia: il clampaggio ritardato del cordone consente di prevenire la carenza di ferro nell'infanzia, associandosi a un miglioramento nelle abilità motorie e sociali dei bambini all'età di 4 anni.

I ricercatori svedesi hanno valutato gli effetti a lungo termine del clampaggio ritardato sullo sviluppo neurologico di 263 bambini nati sani e a termine. In 141 casi, il clampaggio è stato clampaggio è stato ritardato per un tempo pari o superiore ai 3 minuti, mentre nei restanti casi è stato effettuato nei tempi standard, ovvero entro i 10 secondi dal parto. I bambini che avevano avuto il clampaggio ritardato mostravano inoltre punteggi medi più alti in varie attività della sfera motoria e sociale.

Commentando la ricerca, Heike Rabe della Brighton and Sussex Medical School di Brighton, nel Regno Unito, scrive: "questi risultati rafforzano la consapevolezza dei benefici per i neonati che derivano dal clampaggio ritardato del cordone ombelicale, riempiendo il vuoto di conoscenze in materia di efficacia e sicurezza a lungo termine della procedura nei neonati sani a termine".

Anche uno studio dell'Università di Granada è giunto a conclusioni simili. La ricerca, pubblicata su Pediatrics, rivela che l'interruzione ritardata del flusso materno può consentire l'arrivo nell'organismo del neonato di una preziosa quantità di cellule staminali.

I medici spagnoli hanno diviso i neonati in due gruppi, il primo dei quali ha ricevuto immediatamente il taglio del cordone, mentre nel secondo i sanitari hanno aspettato due minuti. Dalle analisi è emerso che i bambini del secondo gruppo mostravano una maggior capacità antiossidante e un minor grado di infiammazione rispetto all'altro gruppo.

Il prof. Julio José Ochoa Herrera, autore della ricerca, spiega: "dalle analisi emerge chiaramente che ritardando il taglio i bambini sono in grado di rispondere meglio allo stress dovuto al travaglio. Un dato importante che potrebbe essere associato a un miglior sviluppo nei giorni immediatamente successivi la nascita"..