Corsi di cucina per bambini

Complice il successo televisivo dei reality culinari che appassionano tutta la famiglia, oggi, almeno nelle grandi città, si moltiplicano i corsi di cucina per bambini, dai 3 anni in su.

Corsi di cucina per bambini



"Un tempo non c’era bisogno di fare corsi di questo genere perché l’aiuto dei bimbi in cucina era scontato. Oggi, invece, i piccoli vi passano giusto pochi minuti per mangiare e non sono coinvolti nella preparazione dei piatti", commenta il nutrizionista Giorgio Donegani.

"Perciò corsi mirati, tenuti da personale qualificato, sono un ottimo veicolo per portare il cibo nel mondo dei piccoli. Stimolano la manualità e fanno vincere una certa diffidenza nei confronti degli alimenti, anche grazie al principio di imitazione che regola le attività di gruppo dei bambini. Fondamentale è che non rimangano un’esperienza isolata, ma che a casa i genitori recuperino quanto appreso e lo mettano in pratica nella vita di tutti i giorni".

I corsi ideali sono quelli che evitano la spettacolarizzazione del cibo e la gara tra i bambini, a favore del piacere del pasto come momento di relax e di gioia.

"Questi laboratori educano i piccoli a non sprecare, insegnano loro a descrivere ciò che mangiano e, quindi, ad affinare il gusto e i sensi. L’aspetto più importante è che li aiutano a esprimere la loro creatività non con ricette rigorose, da seguire meccanicamente, ma sfruttando la fantasia". .