Dividere le pastiglie è pericoloso per la salute

Dividere a metà una pillola o magari tritarla, per poi metterla nella minestra o nel purè, oppure ancora ingerirla insieme ad altre sostanze, può comportare rischi insospettabili.

Dividere le pastiglie è pericoloso per la salute

Lo sottolineano gli esperti della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg), secondo cui questo modo di fare altera la struttura molecolare dei farmaci e può ridurre l'efficacia della terapia e aumentare il rischio di effetti collaterali.

I dati raccolti dalla Sigg mostrano che la pratica di alterare i farmaci è un’abitudine diffusa soprattutto nelle Rsa, perché molti pazienti non riescono a deglutire le compresse intere a causa di patologie come demenza o ictus o anche per la presenza di un sondino naso-gastrico.

Usando farmaci analoghi o equivalenti in diversa formulazione, dalle gocce ai granulati si può ridurre la pratica di triturare i farmaci per permetterne l’assunzione.

Spesso basta rivedere poco la terapia per modificarla e renderla più facile da deglutire.

In conclusione, il consiglio agli anziani dai geriatri è quello di cercare di ingoiare le compresse tutte intere e di limitare al massimo il ricorso al taglio o alla triturazione, se non si è in grado di eseguire correttamente l’operazione.

Tuttavia, negli anziani fragili e politrattati, il frazionamento consente al medico di verificare la risposta del paziente all’inizio del trattamento a dosi molto basse o di sospendere gradualmente la terapia. In questi casi se non si è in grado di tagliare correttamente la pillola è opportuno chiedere al medico di prescrivere le stesse molecole in diversa formulazione, in gocce, sciroppo o granulati.

Purtroppo tuttora diversi principi attivi di grande consumo, come gli ace-inibitori o i beta-bloccanti, non hanno nessuna alternativa alla forma in pastiglie o capsule. E?' auspicabile che, per le capsule e le compresse non triturabili o divisibili come le rivestite, le gastroresistenti o quelle a lento rilascio, l’industria renda disponibili altre formulazioni di pari efficacia, ma piu? sicure..