Eros Ramazzotti: "Ho votato M5S e lo rifarei"

Alle ultime elezioni Eros Ramazzotti ha votato M5S e lo rifarebbe.

Eros Ramazzotti:

Quanto a Matteo Salvini, lo apprezza perché nonostante sembri duro e pesante “smaschera l’ipocrisia generale”.

Il cantante si è svelato in un’intervista a Vanity Fair.

“Mio padre – ha affermato – era comunista, immaginava un mondo equo in cui a tutti toccasse in sorte un pezzo di pane. Era utopia e lo scoprì sulla sua pelle. La tessera del Pci la presi anche io, ma solo per sei mesi. Alle ultime elezioni ho votato 5 Stelle e lo rifarei. Ci vuole tempo per cambiare e migliorare l’Italia: parliamo di decenni, non di un anno o due”.

Nell’intervista Ramazzotti ha anche parlato di Cristiano Ronaldo, affermando che “fa girare il denaro, crea un indotto, scuote il mercato, dà lavoro a tanta gente”. Perciò criticare CR7 “è demenziale. Con i social adesso si dà addosso a chiunque, ma aggredire chi procura introiti è autolesionista”.

“L’hanno fatto anche con me – ha aggiunto – e posso dire che anche io come Ronaldo muovo una piccola economia che fa bene a qualcuno. Non sarò mai geloso dei numeri di Vasco Rossi ad esempio. Ha fatto lavorare decine di migliaia di persone per mesi. E io quando gli altri lavorano e guadagnano sono contento”.

Sui musicisti emergenti ha detto: “Oggi se i giovani resistono due generazioni sono dei mostri e sarebbe difficile emergere anche per me. Imbarcano chiunque per fare cassa e dopo una stagione li accantonano per dare spazio ad altri dieci disgraziati”.

Il cantante ha anche affermato di aver “passato qualche anno in cui non sapevo se continuare o fermarmi per sempre. Mi sono chiesto se continuare avesse un senso perché mi sono detto: ‘Che lo compongo a fare un disco tanto per farlo?'”..