Farli studiare è un'impresa titanica?

Lamenti, capricci, facce tristi, distrazione: atteggiamenti tipici dei bambini che non hanno nessuna voglia di fare i compiti e che, invece di mettersi seduti alla scrivania di fronte a libri e quaderni dopo la scuola, vorrebbero solo giocare in giardino con gli amichetti o tuffarsi sul divano, di fronte a tv e video-games.

Farli studiare è un'impresa titanica?



Tutto nella norma, specialmente durante i primi anni di scuola, quando abituarsi alla disciplina e alle responsabilità è una novità. E proprio in questo periodo può invece nascere nel bambino la passione per lo studio, la curiosità, la voglia di scoprire cose nuove e di ampliare, grazie anche ai tanto odiati compiti, le proprie conoscenze.

In primo luogo, non dobbiamo mai dimenticare che i bambini emulano il comportamento degli adulti, in particolar modo quello dei genitori. E’ quindi fondamentale dimostrare per primi, con le parole ma soprattutto con i fatti, l’entusiasmo per la conoscenza e l’apprendimento, l’interesse ad approfondire e scoprire quello che non si sa.

Possiamo leggere libri insieme ai nostri bambini, guardare documentari, mostrarci molto curiosi nel risolvere un quesito posto dalla maestra, magari fingendo di non sapere con certezza la risposta neppure noi. E quindi andare alla ricerca di quella parola sul dizionario, approfondire quell’argomento su internet, portare il bambino ad un museo o ad una mostra.

Se anche non riusciremo ad ottenere subito i risultati sperati, evitiamo di caricare il bambino di altissime aspettative e mortificarlo se non le raggiunge. Poniamoci insieme dei piccoli obiettivi, che via via diventeranno sempre più ambiziosi. Premiamo i suoi successi senza incalzarlo.

In tal senso, riveste importanza anche l’ambiente in cui il bambino si trova a fare i compiti: che sia la cucina, il salotto o la sua cameretta, è bene che il tavolo o la scrivania siano ordinati e privi di altre distrazioni, per favorire la concentrazione sull’attività che in quel momento si sta svolgendo e la possibilità di appassionarsi alla stessa..