Fazio: "E' vero guadagno tanto, ma tra 4 anni smetto"

Da qualche giorno non si fa che parlare di lui.

Fazio:

E del suo stipendio.

Fazio, che quest'anno porta "Che tempo che fa" in prima serata su Rai1, costa alla Rai 450mila euro a puntata.

Il conduttore ribatte: "molto meno d qualsiasi fiction" e "la metà di qualunque varietà".

In una sua intervista al Corriere, spiega anche quale è il suo compenso annuale - non certo da poverello di Assisi - e quando smetterà di condurre.

Partiamo dal cachet: "Due milioni e 240 mila euro l’anno - dice Fazio - per quattro anni. Il totale fa 8 milioni 960.000; ma, non si sa perché, tutti i giornali hanno scritto 11 milioni e 200". Mica poco. "È una cifra molto importante - ammette Fazio - Io ho naturalmente applicato lo sconto che mi ha chiesto la Rai. Ma farò 32 puntate in più per un totale di 64".

Fazio poi rigetta le accuse sul presunto guadagno della sua autrice che non guadagna più del direttore generale ("falso") e smentisce la ricostruzione di chi lo voleva già apparentato con Discovery ("Non posso entrare in dettagli legati alla riservatezza").

Sulla decisione dell'Anac di Cantone di acquisire i documenti sul suo contratto e sulla sua partecipazione all'interno della società che produce il programma, Fazio afferma: "Il contratto ovviamente è stato firmato dopo la costituzione della società, l’OFFicina. Che tempo che fa è sempre stato prodotto esternamente. Nulla vieta al conduttore di far parte della società che produce il programma, come accade a molti colleghi di Mediaset. Non c’è nulla di più pubblico della vicenda del mio contratto".

Anticipazioni sul suo futuro: "Un altro esperimento. Ho un contratto per quattro anni. Poi basta".

Poi forse farà "il produttore"..