Ferro, 5 cibi che ne sono ricchi

Avverti spesso un senso di affaticamento e di stanchezza? I capelli tendono a cadere e le unghie a essere fragili? Di notte hai difficoltà a riposare bene? Potrebbe dipendere dalla carenza di ferro, un minerale indispensabile per il buon funzionamento dell’organismo.

Ferro, 5 cibi che ne sono ricchi



- VONGOLE
Sono una vera e propria miniera di ferro. «Ne contengono circa 24-26 mg ogni 100 g, più del fabbisogno energetico da assumere giornalmente. Inoltre, contengono molta acqua e aminoacidi essenziali, che aumentano l'assorbimento del ferro a livello intestinale.
Le vongole sono ricche anche di altri minerali come selenio e potassio e di antiossidanti e vitamine tra cui la vitamina B12 e la vitamina E, ideali per contrastare la stanchezza soprattutto nei periodi più intensi», afferma il dottore Ercolano.

- FAGIOLI
Quelli rossi e quelli bianchi contengono un’ottima quantità di ferro, pari a circa 8 mg ogni 100 g. Questa quantità di fagioli soddisfa il 25% del fabbisogno giornaliero di ferro nell'uomo e il 12% nella donna.
«Oltre ad essere nutrienti ed energetici, i fagioli sono un alimento completo perché ricchi di altri importanti minerali, come calcio, fosforo e potassio, e ancora di carboidrati, di proteine, di vitamine A, B, C ed E», dice il nutrizionista.

- QUINOA
Non solo super nutriente e completa, la quinoa ha una buona quantità di ferro. «In 100 g ne racchiude circa 4 mg. Inoltre, è ricca di macronutrienti come le proteine che comprendono gli aminoacidi essenziali che aiutano ad assimilare meglio il ferro. In più, ha un buon apporto di altre sostanze importanti per la salute, come le vitamine del gruppo B, vitamina E, oltre a magnesio e fosforo», spiega l’esperto.

- PISTACCHI e ORZO
«L’ideale è sceglierli al naturale e non salati. Così, oltre a essere ricchi di ferro (in 100 g ce ne contengono circa 3,9 mg) e di potassio, utile per tenere sotto controllo la pressione, saranno anche poveri di sodio..