Genitori, attenzione alle influenze estive!

Genitori attenti: anche d'estate i bambini rischiano l'influenza.

Genitori, attenzione alle influenze estive!

Si tratta di un'eventualità certamente meno probabile rispetto alla stagione fredda, ma comunque possibile e più difficile da diagnosticare.

Ad alzare il rischio di influenza concorrono alcuni fattori come ad esempio un uso scorretto dell'aria condizionata, il fumo passivo e un'idratazione insufficiente. "quello che contraddistingue le sindromi influenzali estive, siano esse batteriche o virali, sono inappetenza, spossatezza e tosse secca", spiega il pediatra.

Queste sindromi possono comunque avere complicanze gravi e degenerare nelle cosiddette "polmoniti coperte", ovvero con sintomatologia attenuata. Per ridurre i rischi bisogna innanzitutto moderare l'uso dei condizionatori: "la temperatura giusta dovrebbe essere di 4-5 gradi inferiore a quella esterna", spiega l'esperto. Va evitato poi il fumo passivo, "perché indebolisce il sistema immunitario generale e locale e ostacola il sistema di depurazione dell'aria attraverso naso, trachea e bronchi".

Attenzione anche agli spostamenti frequenti e ai cambiamenti climatici che ne conseguono. Va posta attenzione anche alle temperature all'interno dei mezzi di trasporto – treno, macchina, aereo – che spesso sono troppo basse. "Se comunque si intende affrontare un viaggio lungo, è preferibile scegliere l'auto, specie se si hanno bimbi molto piccoli. Aerei e treni infatti - conclude Cutrera - costringono a stare a lungo a contatto con persone che possono essere infettate".

Una buona scelta sempre è quella di bere molto anche se si sta al chiuso in ambienti con aria refrigerata, perché in queste condizioni si perdono liquidi nonostante non si sudi..