I benefici del riso rosso

Il contenuto proteico è un po’ più elevato nel riso rosso (integrale in generale) rispetto al lavorato e al parboiled.

I benefici del riso rosso

I risi rossi contengono inoltre sostanze chiamate alchilresorcinoli, pigmenti della famiglia dei polifenoli ad azione antiossidante e antinfiammatoria. Ed è proprio grazie a questi antiossidanti che questo cereale, tra le tante proprietà benefiche, possiede quella di proteggere il corpo dalla degenerazione cellulare precoce e dall'azione aggressiva dei radicali liberi.

Il riso rosso, essendo integrale, a differenza di quello bianco mantiene intatto il contenuto di nutrienti (lipidi, vitamine, micro e oligoelementi) e fibra concentrati nel germe. Coltivato in terreni argillosi, è poi ricchissimo di ferro, 20 volte più del riso sbiancato e ha anche un indice glicemico un po’ più basso. Questo lo rende il cereale ideale per le donne in età fertile che, anche a causa del ciclo, soffrono di una carenza di questo minerale e si sentono spesso stanche, irritabili e con un sonno notturno mai abbastanza riposante.

Questo riso è un vero e proprio farmaco antinfiammatorio per chi soffre di colite e infiammazioni intestinali. Negli ultimi anni sono aumentate notevolmente le patologie legate alle infiammazioni del tratto intestinale e del colon retto. Gli studi di settore svelano che la causa principale è da riscontrare proprio nell'eccessivo consumo di zuccheri e farine raffinate.

Ricco di magnesio, un minerale fondamentale per aiutare il rilassamento muscolare, soprattutto notturno, e la motilità intestinale. Il riso rosso integrale in 100 grammi te ne regala il 32 per cento della dose giornaliera raccomandata. .