Il riconoscimento facciale si può aggirare

Il riconoscimento facciale, portato in auge dall'iPhone X e poi adottato da tanti altri dispositivi, può essere aggirato facilmente, almeno sui modelli di fascia bassa.

Il riconoscimento facciale si può aggirare



Lo ha dimostrato un test condotto dall'organizzazione olandese The Dutch Consumentbond e riportato dal sito Android Authority.

Il test ha considerato un po' tutte le marche, piccole e grandi: il risultato è che nei modelli più economici il test è andato a buon fine, cioè il riconoscimento facciale si poteva aggirare. Nei modelli più costosi è risultato più inespugnabile: negli iPhone di Apple, nei Samsung Galaxy Note 9, Galaxy S9 e S9 Plus, nei Huawei Mate 20, Mate 20 Lite e Mate 20 Pro, ma anche OnePlus 5T e 6, Oppo Find X e Honor 10, 7, 8 e 10. Tra i più vulnerabili, secondo il test, l'HTC U11 Plus, Huawei P20 Pro, la serie Sony Xperia XZ2. .