La vernice caseosa è importante per il bebè

Quanto è importante la vernice caseosa che si trova sul corpo del bambino alla nascita? Ecco le proprietà che vengono studiate dalle case farmaceutiche.

La vernice caseosa è importante per il bebè



- Le proprietà antimicrobi del liquido amniotico e della vernice caseosa sono simili a quelle trovate nel latte materno. I testi hanno rilevano la presenza di sostanze come lisozima e lattoferrin che si trovano anche nel latte materno. Inoltre le sostanze immunitarie presenti sono risultate efficaci nell’inibire la crescita di patogeni perinatali comuni come lo streptococco B, la klebsiella pneumoniae, l’escherichia coli e altri.

La vernice caseosa, con le sue capacità antibatteriche, spesso si mescola con il liquido amniotico e viene inghiottita dal feto. I ricercatori quindi sottolineano che esiste una sinergia funzionale e strutturale tra la biologia prenatale, la vernice caseosa e la biologia postnatale del latte materno.

In seguito a queste scoperte quindi criticano l’uso di rompere artificialmente la membrana che causa un aumento delle possibilità di infezione intrauterina, perché elimina le barriere tra la flora vaginale della mamma e il bimbo. Inoltre gli scienziati suggeriscono di ritardare il bagnetto perché altrimenti ai piccoli vengono sottratte importanti proteine antimicrobiche.

- Polipeptidi antimicrobici di vernice caseosa umana e liquido amniotico: implicazione per il neonato, difesa innata. I peptidi antimicrobici sono diffusi in natura e svolgono un ruolo fondamentale nella difesa dell’ospite. In generale è stata riscontrata un’attività antibatteric. In modo particolare è risultata evidente la proteina psoriasin che è molto importante per la difesa della superficie. I polipeotidi inoltre poteggono il bimbo dall’invasione microbica alla nascita.

- Studio sulla pelle del neonato: l’istituto di Scienze della pelle dell’Ospedale di Cincinnati ha condotto uno studio per dimostrare che la pelle del neonato con la vernice caseosa lasciata intatta è più idratata, meno squamosa e subisce una minor diminuzione del pH. I ricercatori hanno preso in considerazione i neonati nati a termine, a metà dei soggetti interessati la vernice è stata spazzata via, invece all’altra metà è stata lasciata addosso. Il tutto è stato misurato a 4 ore e 24 ore dopo la nascita.

Gli scienziati hanno scoperto che la vernice caseosa non è solo di una sorta di crema idratante, ma anche di una cura per le ferite, un detergente, un antinfettivo e antiossidante..