Le 5 notizie sorprendenti sul latte materno

Più si studia il latte materno più si resta strabiliati dalla sua complessità.

Le 5 notizie sorprendenti sul latte materno

Ecco qualche esempio.

- Il latte non è sterile
Pensare che il latte possa contenere batteri può preoccupare. Ma quelli che sono stati trovati sono i batteri buoni, simili a quelli presenti nell'intestino della mamma. Si è capito che in qualche modo risalgono per via enteromammaria e arrivano al seno, contribuendo alla formazione del microbiota (che una volta si chiamava flora intestinale) del bambino.

- Il latte cambia se al seno c’è un maschio o una femmina
Nel latte prodotto per un neonato maschio il contenuto di energia è superiore del 25 % rispetto a quello medio per una bambina.

- Il latte cambia a secondo delle stagioni
Cambia ad esempio il contenuto di vitamina D presente, tra inverno ed estate ed in generale cambia il 25 % dei geni immunitari presenti.

- Il latte cambia secondo la salute del bebè
Se il bambino è malato cresce nel latte la produzione di leucociti e altri fattori immunitari. Questo fa ipotizzare che lo scambio mamma bambino non sia unidirezionale, ma che in qualche modo passino all'organismo materno anche informazioni sul bambino.

- Il latte non dipende sempre da quanto la mamma mangia
Alla nascita la composizione del latte è indipendente da quanto la mamma ha mangiato nelle 24 ore precedenti. Il colostro, infatti, il pre-latte contiene comunque proteine ed una quantità debordante di anticorpi, proprio perché la primissima necessità del bambino non è la crescita quanto la difesa dai fattori infettivi..