Le bevande zuccherate accorciano la vita!

Potrebbe esserci un’associazione tra un eccessivo consumo di bevande zuccherate e un maggior rischio di morte.

Le bevande zuccherate accorciano la vita!

Secondo un team di ricercatori statunitensi della Emory University sì: i risultati preliminari della loro ricerca, suggerirebbero infatti che coloro che hanno un’età superiore ai 45 anni e bevono una grande quantità di bevande zuccherate potrebbero avere più probabilità di morire per malattie cardiache, o per qualsiasi altra causa. Studi precedenti avevano suggerito che un consumo eccessivo di bevande zuccherate fosse associato ad alcune malattie, come l’obesità e il diabete, ma finora nessuno aveva osservato un’associazione tra aumento del consumo di zucchero e mortalità. Tuttavia, precisano i ricercatori, il loro studio non evidenzia una relazione di causa ed effetto tra aumento del consumo di zucchero e morte, ma ne identifica semplicemente un’associazione.

Servendosi dei dati proveniente dallo studio Regards (Reasons for Geographic and Racial Differences), i ricercatori hanno incluso nella ricerca un totale di 17.930 partecipanti al di sopra dei 45 anni. Secondo i risultati delle analisi, infatti, coloro che bevevano ogni giorno circa un litro o più di bevande zuccherate riportavano il 50% in più di probabilità di morire per malattie cardiovascolari rispetto a quelli che ne consumavano moderatamente (circa 29 millilitri al giorno).

Lo studio non ha trovato collegamenti tra il consumo di alimenti zuccherati, come per esempio dolci e caramelle, e l’aumento del rischio di morte. Una differenza che secondo i ricercatori potrebbe essere correlata a come le bevande e gli alimenti zuccherati vengono elaborati dall’organismo probabilmente in virtù della metabolizzazione differente, precisa l’autore Jean Welsh. “Quando le persone consumano cibi zuccherati ci sono spesso altri nutrienti, come grassi o proteine, che rallentano il metabolismo e possono spiegare il diverso effetto che abbiamo osservato”.
.