Le carote sono alleate delle ghiandole

Le carote sono ortaggi particolarmente utili al timo, organo che governa la produzione di anticorpi e la resistenza allo stress.

Le carote sono alleate delle ghiandole



Dolci e croccanti, di un bel colore arancione intenso e con foglie verdissime, ricche di clorofilla, le carote novelle di aprile sono le più nutrienti di tutto l’anno.

La qualità principale delle carote è la ricchezza di provitamina A (10 mg/100 g), detta anche betacarotene. Proprio per questo la carota è un insostituibile alleato del timo, la ghiandola che si “nutre” di vitamina A e che può affaticarsi nel periodo del cambio di stagione e del risveglio delle allergie, visto che governa la produzione dei globuli bianchi.

La carota contiene anche vitamine C, PP e B1, acqua, fibre, potassio, calcio, fosforo e magnesio, ed è adatta a curare la cistite, le allergie, la stipsi, il colon irritabile e la gastrite che tendono ad accentuarsi in questa stagione. I carboidrati e i sali minerali della carota sono in grado di alleviare anche quelle forme di esaurimento psicofisico che affliggono in primavera e che sono tra i principali fattori di atrofizzazione del timo, che rimpicciolisce nei periodi di grande stress.

Per favorire l’assorbimento della provitamina A contenuta nelle carote, è necessario consumarle insieme ad alimenti contenenti grassi, preferibilmente “buoni”, come l’olio d’oliva. In alternativa, puoi abbinare la carota all’avocado, l’unico frutto ad avere una composizione lipidica analoga a quella dell’olio (75% di grassi monoinsaturi, 15% di grassi saturi e 10% di polinsaturi Omega 6)..