Le cose che nessuno vi dirà sul parto

1.

Le cose che nessuno vi dirà sul parto

Il piano parto che vi siete fatte prima di partorire, nei momenti di relax a casa, probabilmente nel momento clou non funzionerà: non dannatevi l'anima, dimenticate candele e musica e pensate solo a respirare.

2. Nonostante la vostra ferrea convinzione di voler fare un parto naturale senza alcun antidolorifico ed aiuto esterno, arriverà il momento del travaglio in cui non solo rimpiangerete questa scelta, ma invocherete a gran voce di poter rivedere la vostra decisione. Se la struttura lo permette, sentitevi libera di cambiare idea.

3. Non preoccupatevi di quello che avverrà in sala parto. Medici, infermieri e ostetriche sono abituati a vedere di tutto.
4. Il ginecologo, se il parto è naturale e fisiologico, conta pochissimo a confronto delle ostetriche. È a loro che alla fine vostro marito deve offrire i dolcetti.
5. Medici, infermieri, ostetriche, ginecologi. Tutti vi toccheranno e vi ispezioneranno. Fateci prestissimo l'abitudine. Il pudore in quel momento è bandito.

6. Dopo ore o minuti (speriamo per voi) di travaglio, finalmente lui/lei nasce. È un attimo magico, intenso, da assaporare al massimo perché irripetibile. È nata una nuova persona e con lei una nuova famiglia. Il momento in cui vi mettono il bambino in grembo e il vostro compagno vi abbraccia, è sicuramente il più importante di tutta la vostra storia d'amore.

7. La sensazione di potere e forza che vi rimane dopo il parto è incredibile. Avete dato la vita ad un essere umano: nessuno è più forte di voi.
8. I dolori del parto si dimenticano, altrimenti nessuna sarebbe così pazza da voler ripetere l'esperienza!.