Leggere molto mantiene giovane il cervello

Leggere aiuta il cervello degli anziani a mantenersi giovane.

Leggere molto mantiene giovane il cervello

Ad accertare i benefici della lettura sulla salute del cervello degli anziani è uno studio condotto dai ricercatori del Rush University Medical Center in collaborazione con l'Illinois Institute of Technology di Chicago. La lettura produce un effetto sulla materia bianca del cervello, composta da fibre nervose (gli assoni), che trasmettono le informazioni attraverso tutto il cervello.

Molte ricerche hanno provato che l'attività intellettiva rafforza il cervello contro le malattie. Stimolare il cervello con la lettura contribuisce, infatti, a rallentare il processo d’invecchiamento e allontana il rischio di malattie cerebrali come l’Alzheimer e altre forme di demenza senile.

La lettura stimola in maniera dolce le capacità mentali e può portare a una riduzione dello stress e dell’ansia. Immergersi tra le pagine di un buon libro, appassionarsi alla storia e alle vicende di un personaggio sottrae e distrae la mente dal costante multitasking quotidiano e ciò produce alcuni impulsi elettrici cerebrali che stimolano la produzione dei feromoni (gli ormoni della felicità). Quando i feromoni entrano in circolo, liberano una sensazione di benessere e relax..