Lo smartphone favorisce l'obesità

L'ossessione per lo smartphone potrebbe costare cara anche alla nostra linea.

Lo smartphone favorisce l'obesità

Infatti, mette a rischio la salute dei giovani e apre la strada ai disturbi alimentari.

I dispositivi portatili (dal cellulare alle consolle per videogiochi) inducono un abbassamento della consapevolezza di cosa e quanto si mangia. Spesso i giovani sono talmente immersi e dipendenti dal mondo digitale che si dimenticano di ciò che c'è nel piatto o consumano 'junk food' a ripetizione. Ecco che aumenta il rischio dell'obesità e dei disordini alimentari.

Nel ragazzo c'è un continua necessità di stare sempre in rete se non ci riesce, diventa nervoso e aggressivo fino a quando non trova il modo di collegarsi al web. Inoltre molti perdono la cognizione del tempo durante le ore passate davanti ai videogiochi e questa condizione può avere effetti sull'appetito, modificando la sensazione di fame o sete.

Inoltre può subentrare, se il giovane è ad esempio alle prese con il finale di un videogioco, la fame emotiva, che porta a consumare la prima cosa che capita. Spesso non è cibo salutare ma 'junk food'. Se il fenomeno si ripete, dura a lungo e diventa un'abitudine, ecco che l'alimentazione e il benessere del ragazzo ne risentono".

I genitori dovrebbero cercare di limitare l'uso dei dispositivi, evitando di delegare a questi strumenti la “fatica” di comunicare con il figlio. Inoltre, l'idea di vietarne l'uso a scuola potrebbe sembrare drastica, ma molto utile per bilanciare il rapporto fra mondo reale e virtuale..