Lo stupratore è povero: niente risarcimento alla donna

Una donna torinese, rapinata e violentata sotto casa nel 2011, non ha avuto alcun tipo di risarcimento né dal violentatore, né dallo Stato.

Lo stupratore è povero: niente risarcimento alla donna

E questa sarebbe la motivazione: secondo i giudici di Torino la donna non avrebbe fatto tutto il possibile per essere risarcita dal violentatore, in carcere con una condanna di 8 anni e 2 mesi.

Stando a quanto riportato da una direttiva europea, è lo Stato a pagare il risarcimento alla vittima nel caso di un malvivente indigente. La donna torinese, invocando questa direttiva, ha portato il Consiglio dei Ministri in tribunale. I giudici di Torino però hanno respinto il ricorso, in quanto la donna non avrebbe dimostrato che il colpevole non fosse in grado di pagare.

Questa sentenza contrasta quella della Corte d'Appello di Milano che ha riconosciuto un risarcimento di 220 mila euro a una ragazza violentata di fronte alla madre da un gruppo di criminali che non potevano pagare..