Mal di denti nei bambini: come agire?

Quando la bocca incomincia a far male non è mai un buon segno, specialmente se si tratta di bambini perché i problemi ai denti sono sempre qualcosa di fastidioso.

Mal di denti nei bambini: come agire?

Come comportarsi in questi casi? Genitori, niente panico, anche se alle volte si possono manifestare anche febbre e/o dolori intestinali.

È bene capire la natura del dolore. Se a dolere è un dentino da latte o altro bisogna recarsi il prima possibile dal dentista. Se il dolore persiste, in attesa della visita, è consigliabile cercare di combattere il dolore con paracetamolo o con una sostanza lievemente sedativa.
Anche la borsa del ghiaccio, applicata sulla zona interessata o gli anelli da dentizione possono aiutare a lenire il male.

Quando il bambino accusa il mal di denti, il primo pensiero dei genitori va ai dentini da latte pronti a cadere per essere sostituiti da quelli definitivi. Altre cause che potrebbero togliere il sorriso ai bambini e sfociare in un sintomo doloroso possono essere un trauma ai denti, provocato da una caduta giocando, una o più carie non curate che hanno raggiunto la polpa del dente, un’infezione tra gengive e dente o ancora un ascesso alla radice.

Anche una cattiva occlusione per via dei denti storti o una malattia paradontale (chiamata anche piorrea alveolare, in grado di attaccare i tessuti di sostegno dei denti, causandone anche la caduta) possono generare sensazioni fastidiose in bocca.

Oltre al ghiaccio o agli antidolorifici, i rimedi naturali sono ottimi per lenire il mal di denti nei bambini in attesa di recarsi da un odontoiatra.
Qualche suggerimento:
- sciacqui con un bicchiere di acqua tiepida e un cucchiaio di sale 2-3 volte al giorno, se il bambino è abbastanza grande;
- sciacqui con un infuso freddo a base di malva, specialmente in caso di problemi alle gengive;
- dormire con il busto sollevato usando due cuscini.
Evitare sempre il ‘fai da te’ e rivolgersi ad un erborista per qualche prodotto omeopatico.

Ecco, infine, gli strumenti giusti per avere un sorriso perfetto sin dalla tenera età:
- pulizia dei denti: da effettuare dopo ogni pasto con l’aiuto dei genitori, se il bambino è ancora troppo piccolo o in autonomia, se è già grandino. Utilizzare uno spazzolino per bambini con le setole in nylon, un dentifricio a base di fluoro e filo interdentale in seta, flessibile e non cerato.

Alimentazione: prestare attenzione ai maggiori ‘amici’ della carie, lo zucchero e i dolci. Pertanto dopo i pasti e le merende è bene che i bambini si lavino sempre i denti.
Controlli periodici dal dentista: fare una visita odontoiatrica 1 o 2 volte l’anno, a seconda della predisposizione alla carie, per tenere sotto controllo la bocca del bambino. Se il bambino non presenta particolari problemi, la prima visita va pianificata intorno ai 3 anni, cercando di preservare il più possibile i denti da latte per evitare successivi problemi di cattiva occlusione..