Mamme single: non è semplice, ma si può fare

Essere sole genera dubbi, incertezze, paure e spesso molte difficoltà nella gestione del rapporto con i figli, soprattutto quando sono piccoli.

Mamme single: non è semplice, ma si può fare

I sensi di colpa spesso assillano queste madri.

Donne che spesso non sono in grado di ricominciare una nuova storia sentimentale, hanno difficoltà nel ritagliare spazi di tempo da dedicare a se stesse, ma sono sempre stanche e stressate dal rapporto con i figli.

Nell’essere un genitore single non c’è nulla di sbagliato; purtroppo sono ancora molte le persone con dei pregiudizi, ma bisogna imparare ad andare avanti pensando a se stesse e al proprio piccolo.

Spesso le madri sole, a causa dei molteplici impegni e per l’eccessivo carico di responsabilità, tendono ad isolarsi, ma la solitudine può portare al risentimento e anche alla rabbia. Per questi motivi è fondamentale che la mamma si costruisca una fitta rete di amicizie e non si chiuda in se stessa.

Qualunque sia il motivo per il quale la donna è sola con suo figlio, è importante non rimuginare continuamente il passato. Per vivere in modo più sereno, una strada c’è.

Bisogna coinvolgere più possibile amici e famigliari, che possono non solo aiutare da un punto di vista pratico, ma anche psicologico. Una mamma sola deve essere contenta di sé stessa, avere autostima e non lasciarsi abbattere.

Niente esagerazioni nelle cure e attenzioni, evitare di farlo dormire nel lettone perché noi ci sentiamo sole, in questo modo il rischio è fargli credere di avere diritto ad un rapporto esclusivo. Per crescere in modo equilibrato, i bambini hanno bisogno di limiti e di regole e di genitori consapevoli.

Non bisogna ritenere il proprio bambino svantaggiato, altrimenti lo si fa sentire diverso. Dimostriamogli invece il nostro amore, trascorrendo del tempo di qualità con lui..