Mangiava sassi e alluminio per sopravvivere: il cane Molly

Quando l’hanno salvata, lei probabilmente era riuscita a sopravvivere per mesi nei boschi.

Mangiava sassi e alluminio per sopravvivere: il cane Molly

I volontari hanno trovato Molly in condizioni disperate: con la pelliccia tutta rovinata e così emaciata da mostrare tutte le ossa. «Era letteralmente uno scheletro», ha raccontato Susan, che si è temporaneamente occupata di lei.

Gli operatori del Wilson County Humane Society hanno portato la cagnolina immediatamente dal veterinario, per valutare le sue condizioni: non era solo magrissima, ma aveva anche una quantità di oggetti non commestibili nello stomaco. Per fortuna, la cagnetta è riuscita a espellerli senza aver bisogno di chirurgia, ma ha avuto bisogno di molto tempo per riprendere le forze e rimettersi in salute.

La sua storia è straziante: «Ha dovuto mangiare immondizia, viveva ingerendo pietre, alluminio, ossa di pollo. E’ un miracolo che sia sopravvissuta e che non abbia avuto bisogno di essere operata», hanno raccontato i volontari. Non solo, la sua pelliccia era lunga e rovinata, con quasi 2,5 chilogrammi di pelo pieno di sporco. Addirittura, hanno dovuto sedarla per rasarle quello sulle zampe, e dopo un trattamento completo Molly pesava solo 10 chili, circa la metà del suo peso forma.

Per fortuna, anche per Molly è arrivata la gioia. E’ stata portata in New Jersey in aereo e, dopo un viaggio in cui finalmente è riuscita a rilassarsi, ha fatto anche le coccole al pilota Paul prima di incontrare la sua mamma temporanea Susan..