"Mio padre amava l'alcool più di me"

Tre figlie splendide, un matrimonio felice e un lavoro appagante: a Michelle Hunziker non manca proprio nulla per essere felice, ma guai a lasciarsi ingannare dall’apparenza.



Ma anche le star hanno delle falle. Della setta di cui era stata vittima in concomitanza con il decollo della sua carriera, ad un altro argomento molto delicato: il rapporto con il padre Rudolf, amatissimo ma non sempre compreso per via dei suoi problemi di alcolismo.

«Pensavo amasse l’alcol più di me», ha raccontato la conduttrice a Tv 2000, nel corso di una nuova puntata di Ave Maria (l’intervista andrà in onda martedi, ndr). «A un certo punto mi sono resa conto che nonostante sentissi veramente l’amore di mio padre quando era sobrio, quando invece beveva spaccava tutto».

A bilanciare i ruoli, la madre Ineke: «Lavorava anche per mio padre, che tra l’altro era uno di quegli alcolizzati che non ammettono di esserlo, quindi è peggio. Un uomo meraviglioso, un’anima stupenda; però nel momento in cui iniziava a bere cambiava carattere e diventava aggressivo».

Poi la decisione di lasciare la Svizzera, l’incontro con Eros Ramazzotti, la nascita della figlia Aurora, che oggi ha 21 anni.

Un idillio durato cinque anni. Dopo di che una crisi, poi l’incontro con una setta di cui la Hunziker aveva già parlato.

A salvarla, confessa oggi, fu proprio la figlia: «Mamma, io voglio ritrovare la mia mamma bionda e sorridente», le disse un giorno a bruciapelo. Per Michelle, una scossa. «Siamo in simbiosi, Aurora e io, quindi il giorno che mi ha detto così mi ha davvero mandato un segnale di una potenza incredibile».

Oggi è di nuovo felicità. Al suo fianco c’è Tomaso Trussardi, da cui Michelle ha avuto altre due bambine, Sole e Celeste. «Tomaso per me, oltre a essere un grandissimo amore, rappresenta la stabilità. Pensare di avere accanto una persona che mi ama così tanto e io amo così tanto mi da un senso di stabilità e questo è tutto per me»..