Morbillo, 35 morti in Europa

L’Organizzazione mondiale della Sanità ha citato l’Italia in una relazione sulla “preoccupazione” per i focolai di morbillo che si stanno registrando in Europa e che hanno causato 35 morti negli ultimi 12 mesi, compresi i due in Italia (il bambino leucemico in cura all’ospedale San Gerardo di Monza e la bimba con cromosomopatia deceduta al Bambino Gesù di Roma).

Morbillo, 35 morti in Europa



"Ogni morte o disabilità causata da questa malattia prevenibile è una tragedia inaccettabile", afferma Zsuzsanna Jakab, che dirige l'ufficio.

A giugno 2017 sono stati 401 i casi di morbillo registrati in Italia, con un aumento del 370% rispetto allo stesso periodo del 2016. Salgono così a 3.500 i contagi segnalati da inizio anno. E' quanto emerge dal bollettino dell'Istituto superiore di sanità, in cui si precisa che l'89% dei contagiati non era vaccinato e il 6% vaccinato con una sola dose..