Segui iNews su Instagram

Galaxy Note7: ecco perché esplodono

La sfida al nuovo iPhone da parte del Galaxy Note 7, è durata poco più di due mesi e mezzo ed ha portato all'evaporazione di ben 19 miliardi di dollari di valore azionario per la compagnia di Seoul.

Galaxy Note7: ecco perché esplodono



Rimane però ancora un mistero il motivo delle esplosioni del phablet sudcoreano, che ha portato prima alla sospensione delle vendite e poi alla definitiva interruzione della produzione in questi giorni. Sono in corso varie inchieste, ma la supposizione iniziale della Samsung, che imputava la colpa a batterie difettose, sembra di fatto smentita dal ripetersi del problema anche in cellulari in cui era stata sostituita.

D'altronde, stando a quanto dichiarato da analisti e ricercatori, il problema è comunque connesso alle batterie, che nel Galaxy Note 7 sono di dimensioni - e densità - maggiori rispetto a quelle del nuovo iPhone 7. Peter Yu, analista di BNP Paris Bas, ha detto al Financial Times di credere che Samsung, anche per battere la Apple, abbia "spinto fino all'estremo lo sfruttamento della batteria", in uno spazio interno affollato di componenti proprio per via delle sue maggiori dimensioni, con separatori molto sottili.

"E' per questo - sostiene - che il phablet è diventato instabile. Per le batterie a ioni di litio maggiore è la densità, più grande è la possibilità di esplodere in queste condizioni d'uso"..

Leggi le altre notizie
oppure scarica le nostre app