Pelle dei neonati: prodotti da scegliere e ingredienti da evitare

La pelle dei neonati è molto sensibile.

Pelle dei neonati: prodotti da scegliere e ingredienti da evitare

L'assorbimento cutaneo è elevato e i sistemi di protezione del corpo non sono ancora sviluppati. Ecco perché è meglio limitare al minimo le sostanze chimiche con cui entrano in contatto ed evitare alcuni ingredienti.

Pochissimi prodotti sono davvero utili per il bene del vostro bambino, dell'ambiente e del portafoglio.

- Al cambio di pannolino, lavatelo con acqua tiepida e, se necessario, un sapone delicato a base di tensioattivi poco aggressivi (no a sodium lauryl o laureth sulphate). È utile una crema all'ossido di zinco in caso di arrossamenti (zinc oxide dovrebbe essere il primo o secondo ingrediente della lista), evitate quelle che invece usano petrolati (no petrolatum e paraffinum liquidum).

- Le salviettine umidificate sono da usare solo fuori casa. Le sostanze contenute nelle salviette rimangono in contatto a lungo con la pelle del bambino con rischi di allergie e sensibilizzazione, soprattutto a causa dei profumi. Quelle ideali sono senza profumazione e con sostanze emollienti (si aloe e camomilla). Mai gettarle nel wc, sono inquinanti.

- Per il bagnetto basta l'acqua (per i neonati fino al primo anno di età), eventualmente si può aggiungere qualche goccia di olio di mandorle o un cucchiaio di amido. L'olio di mandorle è idratante, si usa anche per massaggiare il bimbo, perché inodore e commestibile. Scegliete un olio puro (che contenga un solo ingrediente, prunus amygdalus dulcis oil), senza profumazione aggiunta. L'amido è emolliente, utile per la pelle arrossata, soprattutto d'estate. Meglio puro (con un solo ingrediente), senza profumi e conservanti.

- La crema solare dovrebbe essere usata solo dopo i 6 mesi, prima i bambini non dovrebbero essere esposti al sole. Scegliete una protezione molto alta (50+), anche se non ha la pelle chiara e a base di filtri fisici (sì zinc oxide)..