Perché è così difficile smettere di fumare?

Rinunciare alla prossima sigaretta è un'impresa impossibile? Potrebbe sembrare proprio di sì e questo dipendere dai geni.

Perché è così difficile smettere di fumare?



Infatti un terzo dei fumatori bianchi è portatore di una variante genetica che rende più difficile smettere di fumare.

Lo rivela uno studio della Zhejiang University School of Medicine di Hangzhou (Cina), che ha analizzato 23 precedenti ricerche su un gene, l'ANKK1, collegato al rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore coinvolto nel circuito della ricompensa.

Quando si è passati a esaminare i soli fumatori bianchi, è emerso qualcosa di interessante: due terzi dei fumatori di popolazione caucasica risultano portatori di una variante del gene chiamata A2/A2, che alza del 22% del possibilità di smettere di fumare con successo rispetto a chi presenta un'altra versione del gene, la A1/A1 o A1/A2.

Per questa più piccola fetta di fumatori, rinunciare all'abitudine è più difficile, perché ci sarebbe proprio un freno genetico.

Per chi presenta le versioni evidenziate del gene, si potrebbero prevedere terapie più "decise" per combattere la dipendenza da nicotina..