Pericolo per il feto se la mamma è in sovrappeso

Per le donne in gravidanza è fondamentale mantenere un peso nella norma, lo conferma una ricerca nata dalla collaborazione fra l'Università Ebraica di Gerusalemme e l'Università di Washington pubblicata sulla rivista Circulation.

Pericolo per il feto se la mamma è in sovrappeso



I figli di donne in sovrappeso sono più esposti a una serie di patologie cardiovascolari: colesterolo alto, iperglicemia e ipertensione. Nel caso in cui la madre ingrassi più di 14 chili, l'indice di massa corporea del figlio si innalza in maniera esponenziale rispetto a quello registrato da soggetti la cui madre è ingrassata meno di 9 chili.

Nei figli di mamme obese la probabilità di diventare a loro volta obesi o in sovrappeso è quattro volte maggiore rispetto alla media. Ad aumentare il rischio concorrono anche altri fattori, fra cui il fumo e la carenza di vitamina D.

I primi anni di vita sono gli anni in cui avviene la programmazione dell’appetito e della regolazione metabolica del bambino che ha delle conseguenze sul lungo periodo relative al rischio di diventare sovrappeso. Per quanto l’importanza della prevenzione precoce sia riconosciuta, tuttavia ci si concentra per lo più sui bambini in età scolare. Invece gli interventi per prevenire l'obesità devono iniziare anche prima del concepimento, quando avere un peso corporeo nella norma e non fumare potrebbe essere fondamentale.

Il prof. Hochner ha commentato così la scoperta: "ora sappiamo che eventi che accadono precocemente durante la vita del feto hanno conseguenze a lungo termine sulla salute dell'individuo adulto". Il rischio è anche quello del diabete gestazionale, che comporta rischi di aborti, morti intrauterine, crescita abnorme del feto, e malformazioni nel neonato. .