Quando è giusto smettere di allattare?

Una volta superati i sei mesi di vita, quando il bimbo inizia ad apprezzare nuovi cibi e sapori, fino a quando ha senso continuare ad allattare? Dopo l’anno di età il latte materno conserva il suo valore nutritivo? "Ormai è acqua!" e "Dopo l’anno, il tuo latte non ha più sostanza".

Quando è giusto smettere di allattare?

Queste sono solo alcune delle osservazioni che facilmente si sentirà rivolgere la mamma che allatta un bimbo che ha superato i primi mesi. Ma si tratta di obiezioni che non hanno alcuna base scientifica, luoghi comuni smentiti da studi e ricerche.

Non solo il latte materno conserva tutto il suo valore nutritivo e immunitario, ma alcune sue caratteristiche si ‘potenziano’ dopo il primo ed il secondo anno di vita del bambino! Recenti studi hanno infatti evidenziato che, superato il primo compleanno, il latte materno diventa più calorico ed energetico poiché aumentano in grassi in esso contenuti. Con la crescita del bebè si potenziano anche le proprietà antibatteriche che rendono il latte un valido alleato del sistema immunitario del bambino.

C’è un collegamento tra durata dell’allattamento e benefici per la salute. Più a lungo il bimbo è allattato e più si riduce il rischio di fare i conti con problemi di sovrappeso e obesità nell’infanzia. E per la mamma, nutrendo al seno si abbassa la percentuale di rischio di sviluppare un cancro al seno, alla cervice uterina, alle ovaie. Anche questi benefici sono proporzionali alla durata dell’allattamento stesso: maggiore è la durata, maggiore è l’effetto protettivo.

Una delle obiezioni più ricorrenti quando si allatta un bimbo che ha superato i primi mesi è quella che l’allattamento possa interferire con il suo cammino verso l’indipendenza. Molte mamme si sentono dire che stanno crescendo dei figli "mammoni". Eppure non esiste nessuno studio che dimostri questi luoghi comuni e fino alla metà del secolo scorso essere allattati per due o tre anni era la norma e tuttora lo è in molte culture, senza ‘conseguenze’ negative in termini di autonomia..