Ritrovare persone scomparse grazie al riconoscimento facciale di Fb

La tecnologia di riconoscimento facciale di Facebook potrà aiutarci a rintracciare persone scomparse.

Ritrovare persone scomparse grazie al riconoscimento facciale di Fb



E’ l’associazione australiana Missing Persons Action Network (MPAN) a proporre di utilizzare questa funzione del social network nell’ambito della campagna Invisible Friends .

Ogni giorno in Australia scompaiono 100 persone (una ogni 14 minuti) e 2000 sono quelle non ancora ritrovate, da molto tempo oggetto di ricerca.

I responsabili di MPAN puntano hanno deciso dunque di puntare sui nuovi media, e in particolare sui social network a cui sono connessi miliardi di persone.

L’intento è quello di sfruttare il sistema di riconoscimento facciale di Facebook, ultimamente aggiornato e attivato anche in Europa , per individuare le persone scomparse attraverso l’enorme database della piattaforma.

La tecnologia di riconoscimento facciale introdotta da Facebook, anche se disattivabile , continua a suscitare critiche ed è oggetto di controversie giudiziarie in materia di privacy.

Secondo MPAN, però, in questo caso, si tratta di servire un fine benefico. E, come spiega Loren O’Keeffe , fondatrice e responsabile dell’associazione, l’idea è quella di affiggere un poster in versione high-tech della persona scomparsa nello spazio online. Avvantaggiandosi di una tecnologia disponibile gratis, per giunta altamente affidabile con un grado di precisione elevatissimo (97,35 per cento)..