Sindaco massacrato di botte dai nomadi

Il sindaco di Caerano, Gianni Precoma si è reso protagonista di una spiacevole aggressione: per far rispettare l’ordine e il decoro urbano.

Sindaco massacrato di botte dai nomadi

Il primo cittadino era andato per far allontanare i nomadi che si erano accampati con un camper e una tenda in Via dell'Artigianato, ma subito dopo sul posto è dovuta accorrere l’ambulanza per portare al pronto soccorso dell’ospedale di Montebelluna il primo cittadino con botte e videnti graffi e lividi sul volto.

"Sono stato letteralmente picchiato dai nomadi, li denuncio" le prime dichiarazioni del sindaco del piccolo comune in provincia di Treviso.