Sonno disturbato in gravidanza

Aspetti un bambino e le tue notti sono un po' agitate? Secondo uno studio recente condotto su 2500 donne in gravidanza dalla Saint Joseph's University di Philadelfia, il 70% delle future mamme lamenta cattiva qualità del sonno, il 40% un tempo di sonno insufficiente e il 50% una significativa sonnolenza diurna.

Sonno disturbato in gravidanza



Si sa, la dolce attesa ha anche i suoi aspetti amari. Tra questi, i risvegli notturni, che, a prescindere dalla causa, caratterizzano la gravidanza di molte donne, anche di quelle che non ne avevano mai sofferto prima.

"Nel 1° trimestre", spiega l’esperto, "la notte spesso si ha un sonno frammentato, cui fanno da contraltare i classici sonnellini diurni. È una sorta di circolo vizioso: di giorno si tende a sdraiarsi più spesso sul letto, soprattutto per problemi di nausea o di stanchezza fisica, legati ai cambiamenti ormonali; di notte si tende a svegliarsi, anche per attacchi di fame (li denuncia il 45-50% delle donne). Il risultato è una notevole modifica dei ritmi sonno-veglia.

Il consiglio è cercare di non cedere (o almeno non del tutto!) alla tentazione di dormire di giorno, per poter dormire di più la notte".

Nei mesi centrali le cause di disturbo del sonno sembrano essere soprattutto di origine psicologica. Secondo un recente studio i sogni si fanno più vividi e hanno spesso a che fare con ansie e preoccupazioni: la salute del bambino, il parto, il futuro. In questa fase il riposo e il sonno possono essere favoriti da tecniche di rilassamento. "Ne esistono diverse, dal training autogeno, alla meditazione, all'ascolto di musica tranquilla e ripetitiva a volume molto basso: l’importante è trovare quella giusta per sé".

Il 3° trimestre, infine, è forse il periodo più critico: il pancione è sempre più ingombrante e diventa oggettivamente difficile trovare la posizione giusta per dormire. In questa fase si rilevano soprattutto due disagi: il primo è quello delle apnee notturne dovute alla all'aumento di peso e allo slittamento del diaframma. È un disturbo da non sottovalutare: alcune ricerche lo hanno messo in relazione con lo sviluppo di ipertensione in gravidanza.

Il secondo disagio è la sindrome delle gambe senza riposo: colpisce una donna su 4 ma anche questo disturbo scompare spontaneamente dopo il parto: spesso dopo appena 2-3 giorni..