Stanze del sale: un vero toccasana

Si chiama haloterapia e si fa in grotte artificiali rivestite di cristalli di sale.

Stanze del sale: un vero toccasana

Le stanze del sale ricreano il microclima del mare o delle miniere di salgemma naturale: un toccasana per bronchi e polmoni.

Il sale “respirato” durante la permanenza nella grotta aumenta l’attività dei canali ionici delle cellule. In questo modo migliora la circolazione e così la pelle è più nutrita, ossigenata. Per effetto dell’azione rimineralizzante aumentano anche turgore e luminosità. Il sale assimilato con l’alimentazione fa trattenere i liquidi. Ma quando stimola l’attività respiratoria aiuta a smaltire le tossine e l’acqua in eccesso. Risultato? Tessuti più sgonfi e anche una blanda azione anticellulite.

Assorbendo l’umidità della cute, poi, si riduce la carica batterica tipica delle infiammazioni: una buona notizia per chi soffre di dermatite seborroica e psoriasi. E possono migliorare anche i problemi di forfora. Infine, nelle stanze del sale viene indotta una ionizzazione negativa dell’aria: una condizione che aiuta il rilassamento, favorisce il tono dell’umore, aumenta la concentrazione e la resistenza fisica.

Le controindicazioni sono poche, ma ci sono: l’haloterapia è sconsigliata a chi ha una malattia in fase acuta, una forma grave di ipertensione o scompensi cardiocircolatori..