Su Whatsapp è possibile fingersi un'altra persona

Durante la conferenza della società di sicurezza israeliana Check Point, ieri a Las Vegas, sono state svelate alcune falle di WhatsApp che permettono ad eventuali attaccanti di modificare i messaggi di una conversazione, fingendosi qualcun altro.

Su Whatsapp è possibile fingersi un'altra persona



Il problema riguarda il cosiddetto "quote" o citazione, ossia quando si risponde ad un messaggio: il testo originale viene riportato nella consueta casella, ed è proprio questo testo che è “facilmente” manipolabile.

Questa falla, che funziona sia nei gruppi che in chat uno a uno, permette di alterare completamente il testo contenuto nel quote: è possibile modificare sia il nome del mittente che il contenuto del riportato.

Il messaggio originale ovviamente non viene modificato (ribadiamo, la vulnerabilità è relativa solo alla parte citata), ma si tratta comunque di un fastidio non da poco..