Uccide la moglie e scappa: si costituisce una settimana dopo

Otto giorni in fuga a bordo della sua Vespa 50 Special, con parrucca e casco per non essere riconosciuto.

Uccide la moglie e scappa: si costituisce una settimana dopo



Ma alla fine la latitanza si è rivelata un peso insostenibile. Un cinquantenne di Villasanta, provincia di Monza, ieri sera si è costituito ai carabinieri, accompagnato dal suo avvocato. Il 27 settembre ha sparato sei colpi di pistola all’ex moglie Flora Agazzi, 53 anni: si è presentato davanti a casa sua, a Scanzorosciate, prima le ha bucato le gomme dell’auto, poi, mentre stava rientrando in casa le ha sparato al collo e al torace ferendola gravemente.

Subito dopo aver sparato sei colpi, tre dei quali hanno raggiunto alle spalle l’ex moglie, si è diretto sempre in Vespa verso il camper già preparato per la latitanza a Lesmo. Dagli schermi dela tv la sorella Libera D’Appolito aveva lanciato un appello: "Mi auguro, se mi sente, che ci ripensi e si costituisca: è una tragedia per noi, è una tragedia per i ragazzi, una tragedia per Flora. Io l’unica cosa che posso dire è lanciare un appello, Salvatore costituisciti ai carabinieri! Pensa a tutti noi, ma soprattutto per te stesso. Cosa pensi di ottenere così? Siamo distrutti". Dopo otto giorni si è consegnato.
.