Una passeggiata a spalle dritte è un ottimo anti-depressivo

Una passeggiata a spalle dritte è un ottimo anti-depressivo






Una passeggiata a ritmo sostenuto, spalle dritte e testa alta, è un ottimo antidepressivo. Le endorfine, liberate dal movimento, infondono un senso di piacere, tranquillità e benessere. Mentre l’andatura sicura e pimpante e una bella postura eretta trasmettono sicurezza, autostima e innescano un meccanismo virtuoso.

Gli autori della tesi “cammino dritta e sono contenta” sono due ricercatori stranieri, l’americano Erik Peper e il collega taiwanese I-Mei Lin: in uno studio congiunto, pubblicato sulla rivista scientifica Biofeedback, hanno invitato un gruppo di 110 persone a percorrere un breve tratto di strada, adottando due andature diverse.

Prima, i partecipanti hanno camminato a fatica, come se stessero trascinando un peso. Poi, si sono mossi con leggerezza e vigore. Alla fine dei due tragitti, gli studiosi hanno misurato il tono muscolare e l’umore di ogni “maratoneta” per verificare come lo stile della camminata avesse inciso sul loro livello di energia. Risultato: dopo i passi stanchi, i volontari dichiaravano di sentirsi come “svuotati”, mentre dopo la passeggiata spedita apparivano decisamente vigorosi e arzilli.

Visto i brillanti effetti sull’umore di una camminata pimpante, conviene fare attenzione a come si passeggia. Anche se vai sempre di corsa, prenditi un attimo di tempo prima di uscire di casa, per acquisire consapevolezza del tuo corpo, del tuo abbigliamento (sei comoda? a tuo agio?) e dello stato d’animo in cui sei.

Poi, fai qualche dondolio, qualche stiramento e dei piccoli saltelli per consentire al corpo di riattivarsi e di riscaldarsi.
Mentre cammini, porta l’attenzione su come poggi i piedi per terra: non trascinarli ma sposta il peso dal tallone all’avampiede, coinvolgendo l’intera pianta. Dai un certo ritmo ai tuoi passi, né troppo lento né troppo affrettato. Sistemato il movimento, dedicati a dare una giusta postura a tutta la parte alta del corpo. Stai con le spalle aperte e la testa alta, in particolare.

Prova anche a rilassare le labbra, spesso serrate. In questo modo, respiri meglio e, soprattutto, assumi un atteggiamento di apertura e disponibilità nei confronti del mondo. Vedrai che gli altri ti ricompenseranno con sguardi altrettanto positivi e distesi.

Una volta che sei tornata a casa, concediti due minuti per ascoltare a occhi chiusi le emozioni e le sensazioni. E per fare un confronto tra come ti sentivi prima e come ti senti adesso. Cerca di non riportare la mente sui soliti pensieri, ma sfrutta l’energia prodotta dalla camminata e la fiducia in te stessa scaturita dall'ammirazione suscitata negli altri.





Ti potrebbero interessare



Organi umani riprodotti in laboratorio
Organi umani riprodotti in laboratorio
In donne affette da sclerosi mancano 5 sostanze
In donne affette da sclerosi mancano 5 sostanze
In arrivo un cerotto contro il morbillo
In arrivo un cerotto contro il morbillo
Il Binge Watching: la dipendenza da tv
Il Binge Watching: la dipendenza da tv
I superfrutti amici della pelle
I superfrutti amici della pelle
Veronesi: 'Come invecchiare sentendosi giovani'
Veronesi: 'Come invecchiare sentendosi giovani'
Usare il cancro contro il cancro
Usare il cancro contro il cancro
Liraglutide, il farmaco che frena la fame
Liraglutide, il farmaco che frena la fame
Tutte le altre notizie di Salute & Benessere