Vaccino contro il melanoma: efficace nel 100% dei casi

Un altro colpo assestato contro il cancro.

Vaccino contro il melanoma: efficace nel 100% dei casi

Un nuovo vaccino, insieme alle terapie esistenti, potrebbe aiutare a trattare il melanoma (tumore aggressivo della pelle) e prevenire la sua ricomparsa con recidive.

Il risultato sui topi è stato ottenuto dallo Scripps Research Institute a La Jolla in California. La ricerca è pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences.

Il vaccino sperimentale potrebbe dare una spinta al sistema immunitario nella lotta contro il tumore. Per realizzarlo, i ricercatori hanno aggiunto una molecola chiamata diprovocim (un composto semplice da sintetizzare) ad un vaccino anticancro già esistente: in pratica, questa molecola in più funziona come adiuvante che serve a mettere in moto le cellule del sistema immunitario, guidandole contro quelle del tumore.

Il 100% dei topi ha risposto al trattamento: degli 8 topolini che hanno ricevuto il vaccino col diprovocim insieme all’immunoterapia hanno mostrato un tasso di sopravvivenza del 100% a 54 giorni di distanza.

“È stato entusiasmante osservare il vaccino che lavora insieme, in maniera simultanea, con l’immunoterapia anti PD-L1”, commenta il ricercatore Dale Boger, che ha guidato lo studio insieme al premio Nobel per la medicina 2011 Bruce Beutler. “Questa co-terapia produce una risposta completa – una risposta curativa – nel trattamento del melanoma”.

Ma non è tutto: il vaccino, inoltre, sembra agire non solo contro la malattia già presente, ma anche contro la sua eventuale ricomparsa. Questo accade perché, proprio come in generale un vaccino agisce difendendo il corpo da agenti patogeni esterni, questo farmaco funge da scudo contro il melanoma. .