Bancarotta fraudolenta: arrestati tre imprenditori

ROMA - Una bancarotta fraudolenta da oltre 100 milioni di euro è costata l’arresto a tre imprenditori: Angelo Menghini, proprietario della Securpol Group, il figlio Omar ed il braccio destro Roberto Parascandolo.

Bancarotta fraudolenta: arrestati tre imprenditori



Gli arresti riguardano il fallimento, dichiarato nel 2013, della società Futura 2011.

Le indagini meticolose hanno accertato le condotte illecite perpetrate dai 3 imprenditori della Futura, utilizzata al solo fine di compiere operazioni in danno dei creditori, che hanno portato all’inevitabile fallimento della società.

Sulla Futura erano stati trasferiti i capitali sociali delle numerose società del gruppo Securpol, a quel punto gli imprenditori hanno provveduto ad un completo depauperamento delle stesse, provocandone il fallimento. .