Giustizia francese indaga su Apple per obsolescenza pianificata

La giustizia francese ha aperto un'inchiesta su Apple con l'accusa di "obsolescenza programmata" e truffa".

Giustizia francese indaga su Apple per obsolescenza pianificata



Per la prima volta in Francia una procura accerterà se una grande azienda - nella fattispecie il colosso informatico di Cupertino (California) - abbia messo in atto tecniche per ridurre deliberatamente la durata di funzionamento di un prodotto, con lo scopo di velocizzarne i tempi della sua sostituzione e quindi vendere di più.

Questa inchiesta è resa possibile dal fatto che in Francia è in vigore una legge che prende il nome dall'ex ministro socialista Benoit Hamon - datata primo luglio 2016 - che fa diventare reato proprio questa pratica. Nel caso di condanna si può arrivare fino a due anni di carcere e un'ammenda da 300 mila euro al 5 per cento del volume di affari dell'azienda ritenuta colpevole. In Italia una legge analoga non esiste..